…come bambini – IV° edizione

 …COME  BAMBINI – IV° EDIZIONE

.

Rag Time sta preparando, per il periodo delle feste, una performance nella quale cercherà di raccontare la magia perduta del Natale. Chiediamo a voi adulti di tornare indietro nel tempo, a quando confidavate che il vecchio Babbo Natale avrebbe esaudito i vostri desideri, a quando, con il naso in su, guardando le lucine di Natale, aspettavate un anticipo di neve.

Se, come bambini, tornassimo a credere per un pochino a Babbo Natale.
Se,
come bambini, ci lasciassimo andare ai desideri con la certezza che verranno esauditi.Se, come bambini, credessimo ancora una volta nella magia dell’attesa….potremmo fermarci un attimo, scrivere una lettera al nostro vecchio amico d’infanzia e restare ad aspettare, ad attendere…

Raccoglieremo le vostre lettere e le faremo diventare parte integrante della performance che andrà in scena per tutto il periodo natalizio nei diversi comuni che hanno aderito all’iniziativa.

Inviate la vostra lettera a comebambini@arciragtime.it oppure imbucatela nelle cassette delle lettere dislocate sui territori coinvolti.

CLICCA QUI PER SCRIVERCI LA TUA LETTERA

.

.

Le prossime date di …come bambini:

comebambiniGalliate Lombardo
17 dicembre 2014
h. 21.00

Oratorio S. Paolo
P.za Parrocchiale , 16

comebambini1Barasso
18 dicembre 2014
h. 21.00

CFM
via Don Parietti

comebambini10Gavirate…………
19 dicembre 2014
h. 21.00
Sala Consigliare
via De Ambrosis, 11

comebambini3Legnano
20 dicembre 2014
h. 16.00
Sala Ratti
corso Magenta, 9

comebambini15Varese………….
21 dicembre 2014
h. 17.00 e h. 19.00
Spazio Scopri Coop
via F. Daverio, 44

comebambini4Ternate
22 dicembre 2014
h. 21.00
Palestra Comunale
via Fornaci

comebambini2Carnago
in data da definire
Teatro Agorà
P.za S.G.Bosco, 6

Anni fa abbiamo avviato il progetto speranzosi ma non immaginavamo che saremmo stati destinatari di tante lettere. Le persone hanno ancora voglia di raccontarsi, di sperare, di immaginare. Attraverso le lettere che abbiamo ricevuto abbiamo scoperto che qualcuno è ancora arrabbiato per un regalo richiesto e mai ricevuto, che tanti immaginano un mondo dove accadono ed esistono cose che solo nella fantasia possono esistere ed accadere, ma che sicuramente migliorerebbero la vita di ognuno di noi. Quasi tutti hanno da salutare qualcuno che non c’è più e chiedono a Babbo Natale di portar loro gli abbracci che, se fossero ancora qui, certamente gli darebbero…
Nella nostra performance abbiamo dato voce alle parole scritte e abbiamo tradotto in immagini i sogni, lasciandoci andare a questo gioco, tornando bambini. Tornando a giocare il gioco del Natale.

Valentina Maselli

FacebookTwitterGoogle+Condividi